gennaio 8, 2019

SCIENZE MOTORIE VERSO il RICONOSCIMENTO SANITARIO ?

Per iscrizione a elenchi speciali si apre uno spazio anche per i Scienze Motorie

Il riferimento è la norma prevista in Legge di Bilancio che consente di esercitare una delle professioni sanitarie individuate dalla legge 3 del 2018 anche senza il possesso di un titolo abilitante per l’iscrizione all’albo professionale; è necessario aver lavorato per un periodo minimo di 36 mesi, anche non continuativi, negli ultimi 10 anni (vedremo quale sarà la documentazione necessaria per dimostrare quanto richiesto, ma anche l’iscrizione ad una associazione di categoria sembra essere una buona carta da giocare).

Quella che è stata subito definita da alcuni una “maxi-sanatoria” è sicuramente una opportunità per altri. Per tutti i laureati in scienze motorie e/o diplomati ISEF con comprovata esperienza in ambito sanitario, la finestra per legalizzare la propria professione si è aperta.

Attendiamo le future disposizioni ministeriali. Per info: gpasetto@dmsa.it

Giorgio Pasetto - Segretario Nazionale DMSA - www.dmsa.it

gennaio 7, 2019

METODOLOGIA E BASI SCIENTIFICHE DEL DIMAGRIMENTO BERNSTEIN

METODOLOGIA E BASI SCIENTIFICHE DEL DIMAGRIMENTO BERNSTEIN

La sindrome metabolica è una patologia cronica progressiva che solo attraverso una nuova metodologia più scientifica può regredire.

L’allenamento aerobico graduale rappresenta in combinata con l’alimentazione la nostra soluzione al problema.

La capacità di svolgere lavoro fisico, comprese le attività quotidiane, lavorative e ricreative, l’allenamento allo sforzo  e la risposta a sforzi fisici improvvisi sono un’importante componente della qualità della vita.

Come risultato dell’allenamento il VO2 max può aumentare dal 10% al 50% ed il peso ridursi in modo significativo.

La percentuale di miglioramento è maggiore durante i primi tre mesi d’allenamento, ma i miglioramenti proseguono gradualmente nel tempo.

 

SLIMMING PROGRAM

Quelli che possono partecipare ad un programma di dimagrimento Bernstein sono soggetti con problematiche metaboliche.

 

IL PROGRAMMA

Per la maggior parte dei soggetti coinvolti la durata ottimale di un programma di slimming program complessivo è variabile, anche fino ad un anno.

Il programma slimming deve essere adattato individualmente e deve basarsi su dati oggettivi (frequenza cardiaca, resistenza, ritmo di pedalate al minuto).

Il programma deve garantire il massimo della sicurezza, efficacia e compliance.

 

METODOLOGIA

Il chinesiologo riceve il paziente/cliente e spiega lo sviluppo del programma.

Cerca di convincere il soggetto a sottoporsi a visita medica e relativo programma dietologico.

 

Il chinesiologo predispone le frequenze di allenamento sulla bici.

 

L’estetista e/o il personale del centro benessere Bernstein insegnano al cliente ad utilizzare correttamente la macchina InfraBaldan 3.0.

La frequenza degli allenamenti è di due/tre sedute settimanali della durata di circa 40-50 minuti.

Il lavoro aerobico viene programmato con gradualità.

La fase allenante nella sessione viene eseguita con il monitoraggio costante della frequenza cardiaca.

Il calcolo della training zone viene eseguito secondo la seguente formula “METODO BERNSTEIN”:

 

PRIME 3 SESSIONI DI ALLENAMENTO

Frequenza cardiaca a riposo + 30%

SUCCESSIVE 3 SESSIONI DI ALLENAMENTO

Frequenza cardiaca a riposo + 50%

SUCCESSIVE 3 SESSIONI DI ALLENAMENTO

Frequenza cardiaca a riposo + 70%

SUCCESSIVE 3 SESSIONI DI ALLENAMENTO

Frequenza cardiaca a riposo + 70% e oltre

Esempio pratico:

Soggetto con frequenza a riposo 70 bpm

prime 3 sedute frequenza allenante 90 bpm

successive 3 sedute frequenza allenante 105 bpm

successive 3 sedute frequenza allenante 120 bpm

oltre la 9 seduta frequenza allenante libera sopra i 120 bpm.

 

La nuova tecnologia per perdere peso in maniera definitiva evitando l’effetto “yo-yo”.

Un italiano su due è in sovrappeso, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, che durante l’Obesity Day (che si celebra a ottobre) ha lanciato un nuovo allarme: il 35% della popolazione ha dei chili di troppo e una persona su dieci è obesa. L’alimentazione malsana, disordinata ed eccessiva, insieme alla sedentarietà sono i principali nemici della salute pubblica, perché generano tutta una serie di malattie. Il principale rischio è quello cardiaco, soprattutto per gli obesi, ma bisogna mettere in conto anche il diabete, l’osteoartrite e alcune forme di cancro. Sappiamo che in Italia ci sono milioni di obesi e negli ultimi anni si è registrato un aumento clamoroso, a causa dello sdoganamento dei cibi spazzatura. Oggi esistono una marea di diete e di metodi per dimagrire, in questo campo si sono fatti molti passi avanti, ma c’è un problema: quasi tutti siamo in grado di dimagrire anche velocemente, ma non di mantenere l’obiettivo raggiunto. 

Il guaio è questo: come riuscire a evitare l’ “effetto yo-yo” (cioè dimagrire e poi riprendere tutto a fine dieta)? Come evitare problemi estetici e l’immediata acquisizione dei chili perduti a fine dieta? La dieta che fa perdere fino a un chilo al giorno può portare a grandi inestetismi, perché si può perdere massa muscolare e finire con la pelle “appesa” e il grasso in vista. Limitarsi a bruciare più calorie, così come inserirne di meno, non è una soluzione definitiva. La soluzione è nel fare in modo che il metabolismo bruci calorie usando il grasso accumulato nel corpo come fonte di energia. Non appena il corpo comincia a diventare metabolicamente più efficiente nell’usare il grasso (invece che il glucosio) come fonte di energia, l’appetito e l’attrazione incontrollata verso il cibo si riducono naturalmente, così come la sensibilità verso ogni tipo di attività fisica, lo stile di vita migliora in maniera duratura. 

DIMAGRIMENTO DEFINITIVO? SI PUÒ FARE AGENDO SUL METABOLISMO 

Oggi è stata introdotta una tecnologia che produce un dimagrimento effettivo senza effetto yo-yo: è in grado di trattare gli obesi fino al terzo stadio con i raggi infrarossi. L’ipotalamo, che è una struttura del sistema nervoso centrale situata nella zona centrale interna ai due emisferi cerebrali, controlla molte attività connesse all’omeostasi e controlla anche l’ipofisi: in altre parole ci mantiene in vita. Quindi, quando questa importante struttura percepisce che ci sono pochi carboidrati ci mette in una specie di “modalità risparmio energetico” e fa diminuire il metabolismo: succede, dunque, che dopo aver perso i primi chili non dimagriamo più. Introducendo meno calorie il corpo umano reagisce svuotando le proteine del muscolo. L’organismo, quindi, si alimenta da fonti alternative. Quando introduciamo dopo 15 giorni di dura dieta il carboidrato, l’ipotalamo non lo consuma, ma lo trasforma in grasso e lo va a cumulare in una parte che diventa un ulteriore inestetismo. 

C’è una tecnologia capace di interferire con questo meccanismo che produce l’“effetto yo-yo”: un macchinario che produce dimagrimento in un percorso piacevole e progressivo. La zona interessata viene surriscaldata (utilizzando gli infrarossi), che emulano l’energia del sole: penetrano, riscaldano e fanno smaltire. Il metabolismo diventa aerobico. Il dimagrimento si basa sula possibilità di combinare attività fisica, che deve essere moderata ma costante, con un’irradiazione di raggi infrarossi a lunghezza d’onda selezionata. Anche lo sforzo fisico legato al movimento viene regolato sul battito cardiaco. Tra gli effetti benefici si registra anche un aumento di serotonina (che produce buonumore e maggiore efficienza fisica). Si tratta di una “tecnologia bio”, che può trattare anche l’obesità infantile. 

RISULTATI DURATURI

Il dimagrimento definitivo si ottiene con una tecnologia brevettata a livello internazionale, che ha dei costi tecnologici importanti. Il problema del sovrappeso e dell’obesità non si può risolvere con dei palliativi. Una volta arrivati al peso giusto il metabolismo viene “rieducato” e basterà una seduta saltuaria per ottenere i risultati raggiunti. “La soluzione è attivare ed aumentare il metabolismo aerobico (del grasso): la sedentarietà addormenta questo maccanismo, ma con un movimento moderato e costante, senza sforzo, è possibile risvegliare il metabolismo. In questo modo il nostro corpo comincerà a bruciare grassi 24 ore su 24 anziché accumularli. Questa innovativa tecnologia è stata adottata dal nostro centro per superare quelle controindicazioni tipiche delle diete: è un’attività di dimagrimento che agisce alla fonte. In questo modo diventiamo anche un punto di dimagrimento definitivo. Utilizzando il grasso come fonte energetica si dimagrisce naturalmente, senza diete esasperate. Anche l’appetito si riduce per un’azione diretta sull’ipotalamo, innescando un processo virtuoso che porta al peso forma. Riscaldando il grasso facciamo capire all’ipotalamo che ce n’è troppo: possiamo decidere quali parti riscaldare per farlo diminuire in alcune zone in particolare. E’ un modo di dimagrire rispettando la fisiologia umana: è una sinergia tra un movimento costante a bassa intensità, aumentando la frequenza cardiaca in modo controllato e favorendo la circolazione sanguigna, con la sinergia dei raggi infrarossi, istruendo le persone a respirare bene (perché per metabolizzare il grasso bisogna portare ossigeno). Questo intervento permette un intervento di dimagrimento localizzato: in questo consiste la grande rivoluzione. Le sedute durano circa 40 minuti, per 2 o 3 volte a settimana (dipende dal tipo di obiettivo da raggiungere), fino al risultato desiderato: dopo saranno necessarie sedute di mantenimento (due o tre al mese)”.

LA RIVOLUZIONE DEL NUOVO SISTEMA DI DIMAGRIMENTO

Il riscaldamento profondo e mirato degli infrarossi selezionati induce il corpo a sacrificare per primo il grasso, proprio dove si accumula maggiormente. Tutto questo porta a un miglioramento dei parametri ematici: si riduce il colesterolo, trigliceridi e glicemia in modo naturale. La nuova tecnologia infrarossi può essere utilizzata anche sui bambini. Quando il corpo comincia a usare il grasso come fonte di energia, non produce più acido lattico e ogni attività fisica diventa non solo meno faticosa di prima, ma persino piacevole anche per le persone non allenate. Lavorare con i raggi infrarossi, dunque, grazie alla nuova tecnologia di dimagrimento definitivo, porta a intervenire sugli inestetismi eliminando il grasso localizzato e tonificando la muscolatura efficacemente. Esiste anche un effetto anti-age perché la buona respirazione insieme alle lampade ad infrarossi disintossica, purifica e rigenera i tessuti. Il rilascio di endorfina, serotonina, e melatonina migliora lo stato emotivo, la vitalità e il ciclo sonno/veglia. Tutto questo, soprattutto quando arrivano i buoni risultati, migliora il rapporto corpo mente. Per dire addio all’effetto Yo-Yo bisogna puntare a risultati duraturi e scientifici: la nuova tecnica con gli infrarossi è stata sdoganata nel mondo scientifico grazie ad alcune pubblicazioni sull’International Journal of Obesity.